top of page
Cerca

Ketty Capra

A TUTTO PALCO, LA NUOVA STAGIONE DEL POLITEATRO DI MILANO


Nuova stagione al Politeatro di Milano per la Rassegna ideata da Ketty Capra

- Continua la partnership tra Portiamo il Teatro a Casa Tua e la Rassegna A Tutto Palco. Sei spettacoli, dei quali tre inediti - dal 21 ottobre 2023 al 23 marzo 2024 - sono in scena al Politeatro di Milano, in Viale Lucania 18.

La Rassegna, ideata dall'attrice e autrice milanese Ketty Capra (che ne cura anche la direzione artistica), ha l’obiettivo di avvicinare il pubblico al teatro contemporaneo.

La prima edizione della rassegna A tutto Palco ha avuto ottimi riscontri da critica e pubblico: vista la qualità dei testi, ci aspettiamo anche quest’anno un successo analogo.

Si comincia il 21 ottobre con il divertente inedito La coppia scoppia (autrice Ketty Capra) per finire il 23 marzo con uno dei capolavori della drammaturgia contemporanea “La grasse matinée ” di René De Obaldia.


Ecco il cartellone in dettaglio


LA COPPIA SCOPPIA

21 ottobre 2023, ore 21.00

di Ketty Capra

regia di Paola Giacometti

con Ketty Capra e Christian Kley Andrea e Andrea: una coppia che ha lo stesso nome, ma non lo stesso rapporto con la vita. Una commedia divertente che affronta gli stereotipi dei nostri tempi. Tra meditazioni, massaggi, lezioni di tango e un rubinetto che continua a perdere, i nostri eroi affrontano la prova più dura: la terapia di coppia, che li porterà verso un finale del tutto imprevisto.


CLICHÉ

18 novembre, ore 21.00

di Silvia Beillard

regia di Silvia Beillard

con Cinzia Brugnola


Eva è una donna ironica e acuta, che smantella la matrice fastidiosa e ripetitiva che dà forma al cliché, esprimendo liberamente la sua identità autentica. Riesce ad affrontare - ridendo - i temi dello stereotipo femminile in un racconto che sta in bilico tra il dramma e la farsa. L’originale e inedita parte musicale, eseguita da un quartetto d’archi, crea un’atmosfera surreale fuori dal tempo che accompagna la vita della protagonista, come una voce interna. O come un ricordo che la definisce.


IL CUORE

2 dicembre, ore 21:00

di Isabella Capurso

regia di Ketty Capra

con Ketty Capra, Milena Conforti, Alice De Andrè, Christian Kley e Michele Marullo


Attorno al letto di una madre malata terminale si svolgono le vicende di un nucleo familiare irrisolto. Paolo, irresponsabile e debosciato, compensa le ore che lo separano dalla perdita, mangiando e chattando con identità fittizie. Adele, giovane ossessionata dal proprio aspetto e dalle pratiche esoteriche, è strenuamente impegnata nello sforzo di mettere ordine in tutte le cose, compreso l’imminente lutto. Il padre, cronicamente impreparato agli eventi, resiste a ogni evidenza. La nonna, donna d’altri tempi, fa da sfondo alle vicende di questa disaggregata famiglia. Dove, però, non tutto è perduto.


OSPITI

13 gennaio 2023, ore 21:00

di Angelo Longoni

regia di Martino Palmisano

con Manila Barbati, Andrea Bonati e Francesco Campari


Una commedia divertente, cinica e - al tempo stesso - romantica. I tre protagonisti vivono l'amore come la più impegnativa delle loro attività, sia che lo inseguano, sia che lo sfuggano, sia che lo sminuiscano. Alla base dei loro comportamenti c'è la convinzione che, quando si è innamorati, ognuno dia contemporaneamente il meglio (e il peggio) di sé.


DIV-ine

10 Febbraio 2024, ore 21:00

di Ketty Capra

con Miranda Bevilacqua, Ketty Capra, Paola Giacometti, Christian Kley, Rita Russo e Valeria Scaglia


Occupare un teatro per viverci durante la pandemia è sembrato naturale ad alcune attrici che non avevano più soldi per pagare l’affitto. Ma la convivenza con quattro primedonne non è facile. Ne sanno qualcosa il povero Tommaso che cerca di aiutarle e la giornalista Pamela Gay, che vuole scrivere la loro storia. Una commedia frizzante e intrigante che racconta le fatica di sopravvivere degli attori teatrali in un mondo che non tutela la loro arte.


LA GRASSE MATINEÉ

23 Marzo 2024, ore 21:00

di René De Obaldia

regia Elizabeth Annable

con Elizabeth Annable Maria e Carolina Nardino


Due donne, Artemisia e Babeth, dialogano su se stesse, sul mondo, sull’amore, sul senso della vita e della morte. E lo fanno in un luogo insolito - un cimitero - perché Artemisia e Babeth sono… morte! Un linguaggio ricco e divertente, pieno di ritmo e di umorismo, che tocca uno dei temi fondamentali dell’esistenza: cosa c’è dopo la morte? Leggerezza e profondità, vita e aldilà coesistono in una dimensione surreale. Dove solo il teatro può avventurarsi.


コメント


bottom of page