top of page
Cerca

Presto al Litta: "Il rivoluzionario errante"

Quasi medico. Poeta per passione. Militante per vocazione.“Il rivoluzionario errante: vite, utopie e fallimenti di Nikolaj Sudzilovskij” è in scena al Litta dal 20 al 25 febbraio. Scritta da Tommaso Urselli, è l'affascinante storia del “dottor" Nikolaj Sudzilovskij, nome di battaglia Nicholas Russell.

Vocazione socialista, un destino da esule, Sudzilovskij è un rivoluzionario del suo tempo: contemporaneo di Marx, Engels e Bakunin - che ha conosciuto personalmente - è più affascinato dalla politica che dalla medicina. Coinvolto in attività rivoluzionarie a Kiev, viene arrestato dalla polizia zarista: in carcere diventa assistente medico e tenta di organizzare una fuga di massa. Fallisce e, nel 1874, deve scappare dalla Russia.

Studente di giurisprudenza a San Pietroburgo e di medicina a Kiev, vive in Bulgaria, in Romania (dove contribuisce a dar vita ad alcuni movimenti rivoluzionari), negli Stati Uniti e alle Hawaii. Nel 1905 è in Giappone: la sua patria, sconfitta nella guerra russo-giapponese, è sconvolta dalle rivolte e dagli scioperi. È l'anno in cui nascono i Soviet.

I sui contemporanei lo descrivono come un elegante signore in abiti di lino chiaro intento a insegnare a leggere e a scrivere a contadini analfabeti. Sudzilovskij l'intellettuale, il marxista, l'esule: porterà con sé in quattro continenti l'incrollabile fede che il socialismo salverà il mondo. E un pappagallo trovato alle Hawaii.

"Il rivoluzionario errante" è interpretato da Mario Sala Gallini e Angelo Tronca. Scene di Marco Muzzolon, costumi di Stefania Pravato, luci di Fabrizio Visconti, musiche di Ivan Bert. Con la collaborazione di Fabrizio Kofler, per la regia di Alberto Oliva.

Liberamente ispirato al libro“Lumpatius Vagabundus. Sulle tracce di Nikolaj Sudzilovskij” (Gaspari Edizioni), di Claudio Facchinelli.


Lo spettacolo

Il rivoluzionario errante: vite, utopie e fallimenti di Nikolaj Sudzilovskij”

Dove

Teatro Litta (la Cavallerizza), corso Magenta 24

Quando

Dal 20 al 25 febbraio

Alle ore

19.30




Kommentare


bottom of page